Registrati gratis!

Il 25 aprile ho realizzato un mio sogno

"Un mio grande desiderio è giocare in modo non penetrativo con una coppia"
8
2 Commenti 2
0 Favourites 0
8 Mi piace Logo Scambisti Per Caso 8
1.5k Visualizzazioni 1.5k
949 parole 949 parole
Pubblicata 
Ho finalmente realizzato un mio desiderio, con una coppia conosciuta proprio in questo portale.E' iniziato tutto con uno scambio di email, poi ci siamo sentiti alcune volte al telefono ed una volta presa fiducia, ci siamo trovati per un aperitivo in un bar.Dopo un po' di chiacchiere ho visto che Andrea (nome di fantasia) che guardava Caterina (nome di fantasia) in cerca del suo assenso.Caterina fece un leggero cenno con la testa. Andrea visibilmente eccitato parte in quarta e mi chiede se mi va di andare a casa loro a bere qualcosa.Rispondo di sì con un po' di ansia, per quanto mi sembrassero delle persone tranquille un po' di timore c'è sempre.Una volta arrivati a casa loro ci sediamo in salotto, io su di una poltrona e loro sul divano. Caterina va in cucina e ritorna con tre bicchieri ed un prosecco. Dopo un po', con mia sorpresa e un pelo di imbarazzo, Andrea si alza e si abbassa i pantaloni tirando fuori dalle mutande il suo cazzo bello duro.Caterina inizia a leccarlo lentamente, io ormai molto eccitato prendo coraggio mi alzo e tiro fuori il mio cazzo ormai durissimo.Inizio a masturbarmi piano e mi godo quella scena stupenda che ho tante volte immaginato.Caterina si toglie la maglia e il reggiseno mostrandomi con un sorriso i suoi grossi seni e torna a succhiare la cappella di Andrea.Andrea mi fa cenno di sedermi sul divano, fa alzare Caterina e la fa spogliare completamente, io ormai sono eccitatissimo mi spoglio completamente e mi mastrubo intensamente godendomi la scena.Caterina si siede vicino a me a gambe aperte e mi fa vedere la sua figa pelosa; inizia ad accarezzarsi l’esterno della figa, poi si infila due dita ai lati per aprirla e mostrarmi il suo clitoride roseo.Caterina si appoggia ad Andrea e con l’altra mano infila prima una e poi due dita nel suo buchetto ora vistosamente bagnato.Qui succede una cosa che per alcuni attimi mi raggela, sento la mano di Andrea sulla mia coscia interna, che si muove al ritmo della mia mano toccano con colpi ritmici il mio cazzo.Mi dice “ti dispiace?”.Superato il primo imbarazzo tolgo la mia mano e lo lascio fare, dando pieno accesso al mio cazzo palpitante. Non avevo mai fatto giocare, prima d’ora, un uomo con il mio cazzo e mi chiesi come Andrea ci fosse riuscito. Me lo accarezzava sapientemente e ogni tanto mi prendeva le palle in mano.Per un attimo pensai di non riuscire a trattenermi e qualche gocciolina di liquido pre orgasmo scese dalla mia cappella. Nel frattempo Caterina si masturbava intensamente con le dita infilate nella figa e con le gambe spalancate in modo che io potessi guardare, avvicinò la sua figa alla mia faccia Iniziai a leccarla lentamente assaggiando il suo delizioso e pungente succo di figa.Ormai ero eccitato da morire con Andrea che mi segava e io che leccavo Caterina e la sentivo gemere e muoversi ritmicamente sulla mia bocca. Andrea si sporse in avanti e a sorpresa prese il mio cazzo in bocca. La sua calda bocca umida lubrificò la mia asta. Mi distesi sul divano, guardando la scena, sentivo la bocca calda di Andrea, affamata, prendere il mio cazzo profondamente. Era incredibile vedere Caterina che affondava le sue quattro dita in profondità nella figa mentre si stimolava il clitoride e gemeva e sentire la bocca di Andrea sul mio cazzo. Caterina tolse le dita dalla figa poco prima che le onde del’orgasmo la facessero sobbalzare e urlare.Era veramente troppo per me. Sussurrai ad Andrea che stavo per venire, ma lui non smise di succhiare, anzi, succhiò e leccò ancora di più il mio cazzo. Sborrai nella sua bocca come non avevo mai fatto prima. Il mio sperma gli riempì la bocca e il mio cazzo rabbrividì un paio di volte. Andrea si appoggiò a quattro zampe per baciare la bocca di Caterina e poi si abbassò a succhiarle la figa. Mentre Andrea baciava sua moglie con il mio sperma in bocca, io mi allungai da dietro e presi il suo cazzo duro in mano. Non avevo mai tenuto un altro cazzo in mano. Era eccitante sentirlo duro tra le mani. Gli accarezzai tutto il cazzo senza tralasciare alcuna parte. Sentivo anche le sue palle pesanti. Andrea rimase a quattro zampe mentre lo masturbavo fino a che raggiunse il culmine con un gran quantità di sperma. Io mantenni la mia mano salda sul suo cazzo mentre veniva. Caldo liquido gocciolava sulla mia mano. Era la prima volta per me. Caterina venne vicino a me e ci baciò entrambi, la sua bocca sapeva da sperma, poi leccò tutta la sborra di Andrea dalla mia mano. Rimanemmo lì rilassati, felici ed esausti con i nostri corpi intrecciati. La pelle di Caterina era morbida, profumata ed eccitante. Le accarezzai i seni e sentii i suoi capezzoli inturgidirsi. Infilai una mano tra le sue cosce e sentii la sua figa ancora bagnata. Sembrava che non le dispiacesse affatto e si lasciò toccare e baciare per alcuni minuti mentre Andrea ci guardava. I nostri cazzi piano piano tornarono turgidi Caterina mi fece distendere sul divano e si mise a 69 io leccavo la sua bella figa e sentivo le loro bocche sul mio cazzo sentivo la lingua di Andrea che accarezzava le mie palle e Caterina che succhiava avidamente il mio cazzo. Dopo alcuni minuti Caterina iniziò ad ansare e a muoversi ritmicamente fino ad avere un nuovo orgasmo esplosivo.Non capivo più nulla ero eccitato da morire e sborrai un'altra volta, non so in quale bocca ma fu fantastico.Una serata per me indimenticabile.

Accedi gratuitamente a queste fantastiche funzioni

  • Accedi alla chat room video
  • Guarda foto e video espliciti
  • Contatta altri membri
  • Commenta le storie
  • Partecipa ai gruppi
  • Crea annunci personali

Commenti