Erotico
14 ott 2021


Affittare una casa vacanza nel vicino lago era in programma da tempo ma i costi per una intera estate erano troppo onerosi per cui avevamo, con mia moglie, accantonato l'idea fino a quando, una sera in cui invitammo un'altra coppia a cena e scoprimmo che avevano progettato una cosa del genere anche loro per cui decidemmo di cercarla e dividerne i costi. Individuata la struttura in un residence e constatato che era grande abbastanza per ospitare sia noi che loro disponendo di tre camere da letto, panorama stupendo e due bagni tutto sommato ad un costo accessibile. Cominciammo a frequentare quindi la casa in giorni alterni e raramente ci si trovava contemporaneamente all'altra coppia fino a che arrivo agosto e le tanto agognate ferie per cui ci si ritrovò per quasi tutto il mese a convivere. Le nostre mogli, giovani e belle, esibivano seducenti bikini che , quasi in una gara a chi era più bella, si rimpicciolivano settimana dopo settimana fino a che un pomeriggio la moglie del mio amico, Antonella, stava prendo il sole con mia moglie Laura e per quanto distante e assonnato sul mio lettino non potevo fare a meno di sentire il racconto che Antonella ridendo sussurrava a mia moglie nella speranza di non farsi sentire circa un'avventura vissuta durante una breve vacanza in Kenia due anni prima. Chiaramente si parlava di dimensioni e fisici scolpiti e notavo mia moglie accarezzarsi i capezzoli ed il pube di tanto in tanto con gesti veloci che denotavano il fatto che il racconto la eccitava. Antonella invece era di schiena ed ammirarle il culo abbronzato con un bikini striminzito aveva sortito l 'effetto di un indurimento marmoreo d mio cazzo che quasi fuoriusciva dagli slip. Mia moglie si accorge della mia erezione e con una sonora risata dice ad Antonella che stavo origliando e lei si gira di scatto e lancia un'occhiata diretta al mio basso ventre e poi mi guarda dritto negli occhi passa dosi la lingua tra le labbra. Rosso in viso ed imbarazzato mi copro con l'asciugamano e finisce in una risata collettiva. La sera stessa scopai mia moglie con veemenza ma il pensiero correva a quello sguardo infoiandomi come un porco e martellando mia moglie con una intensità tale che da lì a poco si concluso con un orgasmo simultaneo . In quel momento mia moglie era sopra di me e raggiunto assieme l'eiaculazione si sfilò il cazzo dalla fica e si posizionò sopra la mia faccia lasciando colare il mix di umori generati dal mio e suo orgasmo e fu la prima volta che assaggiai quel nettare caldo e cremoso che mi eccito a tal punto che il mio cazzo rimase in tiro e dopo cinque minuti ero di nuove dentro la fica di mia moglie che si meravigliò del vigore nonostante la sborrata. Verso le sei del mattino dopo mi svegliai per andare in bagno e dalla camera dell'altra coppia si sentiva distintamente che stavano scopando...ripensai al meraviglioso culo di Antonella e andai in bagno a fare pipì ma il mio cazzo non si afflosciò come succede di solito al mattino dopo aver urinato ma rimase in tiro fino a che raggiunsi di nuovo il letto e cercai, a fatica, di riaddormentarmi. Verso le nove sentii la porta dell'ingresso chiudersi e mi svegliai, anche mia moglie si svegliò e dopo due coccole gli chiesi se aveva voglia di un caffè e mi offrii di andare a prepararlo. Lei accetto con gioia rimboccandoci le lenzuola ed io mi alzai per andare in cucina con tappa in bagno per necessità fisiologiche è come fui di fronte alla porta dl bagno vedo uscire di spalle dalla camera Antonella avvolta in un lenzuolo che si gira di scatto perché non mi aveva sentito. Arrossisce di colpo quando noto che sul viso aveva dello sperma è come colto da n raptus mi avvento su di lei e comincio a baciarla mentre lei lascia cadere il lenzuolo afferrando subito il mio cazzo dicendo lascivamente "lo sapevo che avevi il cazzo grosso" e comincia a segarmi velocemente. Realizzo dopo un istante che mia moglie avrebbe potuto sentirci e come quando ci si sveglia da un sogno mi divincolò e vado in bagno.......ma non è' finita.