Erotico
30 ago 2020


Da in paio d'anni Roberta veniva spesso la sera a fare una partita a scala 40 a casa nostra, la fortuna di mia moglie a quel gioco avrebbe irretito chiunque ma trattandosi di puro svago non ci si faceva caso tante' che spesso si parlava d'altro durante lo svolgimento della partita. Si cominciava a parlare degli argomenti più disparati ma verso fine serata il discorso scivolava sempre su qualcosa di piccante . A volte si parlava di biancheria intima seducente, altre volte di dimensioni, posizioni, preliminari e rappoi ma sempre in modo garbato e assolutamente non volgare. Tuttavia, con il passare del tempo, complice il periodo in cui giravano le famose schede Sky taroccate, alla fine della partita mia moglie si accomiatava sempre dicendo di andare ad indossare il pigiama e si lasciava quindi il tavolo da gioco per andare sul divano dove, puntualmente, veniva a sedersi anche Roberta. Quasi a provocare una reazione mi divertivo a fare zapping per poi arrivare a quei programmi porno che cominciavano ad essere trasmessi dalle 23. Per quanto Roberta volesse dare quella immagine di donna emancipata e he giravo su quei canali notavo il cambiamento di colorito sul suo volto ogni volta che giravo su quei canali e per quanto cercasse di mantenere distacco non esprimendo sorpresa alcuna notavo l'inturgidirsi sistematico dei suoi capezzoli sotto le magliette aderenti che era solita indossare. Una sera, quando lei andò via, raggiunsi a letto mia moglie e senza tanti fronzoli gli spostai le mutandine sotto la vestaglia penetrandola così inaspettatamente da generare una risata beffarda quando mi disse che mi ero arrapato guardando i porno in soggiorno. Annuii e continuai notando una rigidità del mio membro che sembrava vivere di luce propria infilando mia moglie con un ritmo forsennato facendola gemere di piacere. Fu in quel momento che trovai il coraggio di dirle che secondo me la Roberta si sarebbe fatta scopare volentieri da me e con mia grande sorpresa ricevetti il beneplacito a farlo rivelandomi che non avrebbe provato gelosia al riguardo a patto che non venisse fatto di nascosto. Confortato dal'inaspettata approvazione aspettai pazientemente che si ripresentasse l' occasione di una partita che al solito termino con mia mia che diceva di andare a mettere il pigiama ed io che mi ritrovavo come da copione sul divano con Roberta. Non appena si presentò l'occasione feci il solito zapping porno e non appena vidi i suoi capezzoli gonfiarsi le afferrai la mano sinistra e la portai sul mio cazzo duro che si era allungato a sinistra nei boxer da spiaggia che usavo per stare in casa. Lei mi guardò sorpresa ma mi strinse immediatamente il cazzo ed io infilai fulmineamente una mano nell'orlo superiore della sua gonna raggiungendo il ciuffo di peli ben sagomato prima e il dolce nettare di cui era intrisa la sua fighetta. Il sospiro che emano quando raggiunsi la metà era eloquente del fatto che aveva fantasticato su quel momento almeno quanto me ed improvvisamente.... Si aprì la porta del corridoio e mia moglie ci sorprese a toccarci. Alleluia fu la sua esclamazione accompagnata da un sorriso beffardo, c'è l'hai fatta, esclamo' e si accomodò sul divano di fronte allargando le gambe mettendo in mostra un perizoma azzurro che le avevo regalato qualche giorno prima. La reazione di mia moglie mise ambedue finalmente tranquilli e continuammo lei a segarmi e io a sditalinarla fino al raggiungimento di un veloce orgasmo da parte sua e da una copiosa sborraa da parte mia quasi contemporaneamente mentre mia moglie ci guardava e si titillava il clitoride con movimenti rotatori fino a che, dopo qualche attimo, gemette di piacere per il raggiungimento di un bellissimo orgasmo. Ma non fini li.....


Commenti