Fatto
27 dic 2020


....L'attesa del momento in cui Lui,sarebbe arrivato,era come sempre,piena di attenzione ai particolari,piena di desiderio,tanto incontenibile,quanto palpabile al solo sfiorarmi...

Il suo : "Apri,ci sono", mi regalava il più malizioso dei sorrisi.

Mmhhh ..brividi ,al solo sentirlo salire le scale..

Caldo...voglia...delirio..quando il suo odore mi raggiunge mentre, la punta delle nostre lingue si trova..si rincorre..e si prende famelica dentro le nostre bocche...

Cosi vicini,io, quasi nuda, lui,ancora vestito,inizia il nostro viaggio verso l'appartenersi..

Le sue mani,sfiorano attraverso quel tessuto trasparente, liscio,i miei capezzoli, e i miei slip già bagnati di piacere..

Le mie,che spogliano quel corpo che voglio dentro me...

Nel mezzo di respiri sempre più caldi,e corpi nudi, che si rotolano incontro,si aggiungono i rumori di un temporale in arrivo..la finestra aperta..l'aria ad un tratto fresca,si unisce a noi.

Un concerto armonioso prende il via..appartenersi,respirarsi,sfiorarsi...scambiarsi ogni umore ,fino ad arrivare ad assaporare il nostro..muoversi l'uno dentro l'altro godendo di ogni fremito,mentre anche fuori si scatena l'inferno...

Assumere ,proprio come l'acqua che cade,la forma di ogni superficie dove ci sdraiamo,ci appoggiamo,sudati,ansimanti,per godere di noi..

Mentre lui,è ancora dentro di me,avvertire il desiderio di raggiungere quella finestra..

Raggiungerla,camminando e sentendolo tutto...

Uhhhhh siamo..lì...in preda agli spasmi del godere..urliamo il nostro piacere in attesa di raggiungere quel momento...

Raggiungerlo,non desiderando altro,se non che,ogni passante,possa ,sotto quel temporale..

sentire quello che ,abbiamo provocato noi.!!


Commenti