Fatto
12 ago 2021


Vengo contattato ad agosto da una coppia che aveva notato un mio annuncio su internet. Mi propongono di andare in una piscina estiva per massaggiare e dare la crema in modo un po’ malizioso alla lei (Laura). Il gioco dello scambio di mail lo conduce Luca, il lui, che non vuole nemmeno mandarmi foto della sua donna per motivi di privacy…

Mi sembrano tipi ok, senza forzature e che si muovono in questi giochi di trasgressione con classe e senza l’idea del “tutto e subito”. Dopo qualche mail per accordarci spariscono dicendo che vanno in vacanza; io penso ad un ripensamento, può succedere in certe fantasie… amen..

Dopo un mese mi ricontattano chiedendomi come vedrei un incontro con lei, come vorrei trovarla ecc…

L’occasione è il suo compleanno, Luca vuole farle un regalo speciale, o almeno diverso.

Ci accordiamo per un Hotel in zona, io li raggiungo quando mi contattano, alla fine mi hanno mandato solo una foto di un culetto perizomato davvero bello, ma Luca continuava a ripetere che Laura è stupenda.

Arrivo all’appuntamento con un pacchetto per lei, un vibratore di design che ho preso come regalo di compleanno; mi accoglie lui nel parcheggio e mi dice che lei ci aspetta come nella fantasia che avevamo concordato: entro nella camera e vedo una bellissima donna sul letto, bendata, legata con lacci morbidi alla spalliera del letto, gambe ambrate dall’abbronzatura, seno bello e pieno sotto una camicetta leggera che lascia intravedere l’ombra dei capezzoli. Il viso è bellissimo, capelli neri lunghi sparsi sul cuscino, piedi curati e unghie smaltate… mi eccito già poco dopo essere entrati.

Luca parla con me come se mi avesse portato in una camera del tesoro, si riferisce a Laura dicendo “cosa ti dicevo, non è bellissima?” , “senti che pelle profumata”.

Mi chino e col viso passo vicino al suo ginocchio, ne sento il profumo di crema, e d’istinto bacio la pelle, mentre con le mani accarezzo prima il polpaccio poi la coscia e rivolto a Luca commento la sua donna, su quanto sia morbida e vellutata, gustosa ed erotica. Laura non dice niente, muove la testa ed apre le labbra, forse cercando quelle del suo lui per vincere gli ultimi imbarazzi e lasciare libera l’eccitazione. Le vedo l’intimo chiaro, gonfio sul monte di venere e mentre scendo a baciarle le gambe ed i piedi curatissimi Luca si avvicina a lei, la bacia dolcemente e sento che le dice “buon compleanno amore”. Lei cerca di muovere le mani come se si fosse dimenticata che è legata, io intanto risalgo e le bacio le cosce, ha un sapore buonissimo sulla pelle, poi le sbottono la camicia lasciando scoperta la pancia, bella, piatta che comincia a fare risaltare le forme del seno. La bacio, poi faccio saltare un altro bottone ed arrivo al seno. Non lo stringo ancora, voglio sentire profumo e sapore della sua pelle, alla fine non resisto… slaccio l’ultimo bittone e scopro finalmente un paio di tette favolose, non grandissime, ma fresce, belle e con un’areola abbastanza grande come piace a me. Li stringo mentre li succhio e li bacio, mentre lei sta baciando il suo lui.

Poi mi avvicino per baciarla a mia volta, mentre lui comincia a spogliarsi. Mi bacia con foga, con passione, muove la lingua come un’adolescente eccitata, e la mia mano prima le tiene il viso , poi scende sul seno e finalmente si infila sotto l’intimo per scoprire la sua figa. Bella, calda e incredibilmente bagnata. Sento il cazzo esplodere dentro i pantaloni, ridiscendo con le labbra il suo corpo mentre con le dita le torturo il clitoride, attingendo dal lago che ha fatto. Lei mugola e muove le gambe, Luca le chiede se sono bravo e lei risponde di sì. Arrivo con la bocca sul suo monte, ancora coperto dall’intimo. L’odore è buonissimo, la mescolanza di profumo di cotone pulito e di sesso è inebriante, appoggio le labbra sul tessuto e le stringo sulla sua figa. Poi con entrambe le mani la libero degli slip. Lei inarca la schiena alzando il culo per facilitarmi; all’inizio tiene la gambe chiuse, quasi fosse un gesto di timidezza, ma appena mi rimetto con la bocca sul suo interno cosce le apre offrendomi la vista di una figa rosa acceso, bagnata e con delle piccole labbra sporgenti; non gioco oltre e mi attacco a questa delizia, succhio, bevo il suo sapore e la lecco con passione. Il suo piacere è una conseguenza, lo sto facendo per il mio, è bella, carnosa e gustosissima, la dolcezza iniziale lascia il posto ad una foga nel leccarla che la fa ansimare e chiedere al suo uomo di darle il suo cazzo.

Luca le libera una mano e si mette a fianco a lei sul letto mentre anche io mi spoglio velocemente continuando a guardare questa femmina davanti a me. Prendo il regalo che le ho portato, lo accendo e torno a leccarla mentre le infilo il gioco dentro. Non se lo aspettava e ad un primo gemito interrogativo mentre continua a succhiare il cazzo del suo uomo seguono altri gemiti di piacere profondo. Io lo muovo dentro e fuori mentre mi stacco dal suo sesso e mi metto a fianco a lei sul letto. Luca le libera l’altra mano e lei con mani bocca gioca con i nostri cazzi, apprezziamo e glielo diciamo, è bravissima, passa la lingua da uno all’altro riconoscendoli di sicuro visto che sono così diversi fra loro, la incitiamo ad essere la regina dei nostri cazzi, la nostra troia… poi Luca la solleva dolcemente e girandola la fa mettere a gattoni sul letto, col viso dalla sua parte; lui si alza in piedi e lascia che lei lo prenda in bocca mentre mi chiede se mi piace il suo culo…

Davanti a me ho una vista stupenda, un bel culo abbronzato col segno del costume, una figa aperta e bagnata, e un ano oscenamente invitante. Comincio a leccarla di nuovo passando dalla figa all’ano, sforzandomi come se volessi incularla con la lingua. Lei si è scaldata ancora di più ed i mugolii sono proprio incitamenti a continuare, a farla godere… Luca senza dire una parola mi fa segno di scoparla, ed io mi infilo un preservativo mentre sento un “no… dove vai???” di Laura che evidentemente apprezzava il lavoro di bocca.

Le entro dentro dolcemente, ho il cazzo con le vene che sembrano scoppiare, vado piano, la tengo per i fianchi che abbandono solo per sentire il seno da sotto. Lei sotto i miei colpi affonda la bocca sul cazzo di Luca ed ogni volta un verso le esce mentre lo metto dentro… Dopo un po’ la metto su un fianco e continuo a scoparla mentre mi gusto la linea del suo corpo dalle spalle ai fianchi al culo e alle gambe…. Comincio a scoparla con forza, ma mi fermo per non venire, la situazione eccessiva rischia di andare oltre il mio controllo… lei allunga una mano come per richiamarmi e mi dice “continua, scopami”

Luca da uomo mi capisce e viene al mio posto, mentre io mi sfilo il preservativo e in un attimo torno dal bagno dove mi sono tolto il sapore di lattice e glielo metto in bocca. Lei scopata dal suo lui è bellissima, sono una coppia che fa l’amore con davanti al viso di lei una fantasia di carne, il mio cazzo, che lei gradisce, stringe, lecca e succhia al ritmo dei colpi di Luca.

Lei viene stringendomelo così forte da farmi quasi male… poi si accascia sul letto con il petto arrossato dal piacere, mi viene istintivo baciarla come se l’avessi fatta godere io; dal suo bacio di risposta percepisco l’eccitante dubbio su chi dei due la stesse baciando; Luca intanto ha preso dal frigobar una bottiglia di prosecco e la apre, poi ne versa un goccio sul seno di Laura e si china a baciarla e mi passa la bottiglia… io a mia volta ne verso un po’ sul ventre, vedo un brivido percorrerla, mi chino a bere dal laghetto che si è formato nell’ombelico…. Il sapore della pelle leggermente sudata e del vino è buonissimo, ma voglio di più… ne verso un po’ sul monte, lasciando che un rivolo di vino corra lungo la figa e sento lei emettere un risolino per il freddo; prima lo assaggio sul monte, da quei pochi peli che ha quella fighetta curatissima, poi scendo a sentirlo sul clitoride e sulle piccole labbra; la giro dolcemente mentre tengo la bottiglia in mano… ho davanti a me un culo bellissimo e verso il vino direttamente nel solco delle natiche, poi affondo il mio viso a leccarle l’ano…

Luca la richiama a se e lei gli sale sopra e comincia a cavalcarlo… io mi sposto in piedi sul letto offrendogli il mio cazzo. In quel momento immagino la vista di lui: la sua donna che lo scopa mentre divora il sesso di un altro… infatti dopo poco lui dice che sta per venire e lei si sfila da lui ed accoglie l’orgasmo nella sua bocca… Poi deglutisce e dolcemente mi dice “scopami”; mi infilo un altro preservativo ormai libero dalla paura di venire troppo presto e comincio a scoparla brutalmente, da dietro, godendo della vista del suo seno che si scuote e delle sue urla… non contento con una mano afferro il vibratore che era ancora sul letto e lo infilo nel culo. Accendo la vibrazione al massimo e lo spingo col pollice al ritmo dei miei colpi mentre le dico che è una troia stupenda; non ci mette molto ad esplodere in una nuova goduta mentre schiaccia il viso sul cuscino per soffocare le urla. La giro e la scopo con dolcezza, come fosse la mia donna, mentre Luca riprende la scena con una videocamera, le accarezzo il viso, le sistemo la benda, mentre le dico che è una donna incredibile, che è bellissima. Si sta facendo scopare come una troia da due uomini, ma il suo sorriso imbarazzato ai miei complimenti è impagabile, è erotismo puro… accelero e lei mi dice nell’orecchio “voglio sentirti godere”… vengo dentro di lei con le braccia che tremano per le scariche di piacere , le bacio il collo mentre godo in un orgasmo davvero lungo, fortissimo.

Il tempo di lavarmi e ci troviamo tutti e tre sul letto sdraiati con lei in mezzo, lei chiede se può togliersi la benda, al sì di Luca se la toglie e mi guarda… ha degli occhi bellissimi, solo al vederli mi ritorna immediatamente duro, lei se ne accorge, lo prende in mano e si mette a ridere di gusto… “ti piacciono i miei occhi, eh?”…..


Commento